fbpx
quale-intonaco-scegliere

Quale intonaco scegliere per proteggere le pareti e la vostra salute

Se vi accingete a costruire una nuova casa o a ristrutturare una casa esistente una delle domande che dovrete porvi è quale intonaco scegliere, e non solo per una mera funzione estetica. A volte tendiamo a considerare l’intonaco solamente in base a come vogliamo decorare i muri della nostra casa, quando in realtà è la funzione protettiva che dovrebbe essere valutata più attentamente. 

L’intonaco è l’ultimo strato di rivestimento di un edificio e ha contemporaneamente una funzione protettiva ed una estetica. Esistono, però, diverse tipologie di intonaci e per scegliere quello giusto dobbiamo sapere a quale necessità vogliamo che risponda.

Se questo strato è steso in modo errato, o se è stato miscelato in maniera inadeguata, rischierete di trovarvi in poco tempo una parete che si sgretola, si crepa e si macchia. L’intonaco ricopre infatti un’importante funzione isolante, che può migliorare la capacità coibentante delle pareti dell’intera abitazione.

Perché l’intonaco è così importante

L’intonaco ricopre un ruolo molto importante negli edifici: infatti l’intonaco esterno, oltre ad assicurare l’estetica, protegge la parete dagli agenti atmosferici mentre l’intonaco interno ha la funzione di regolare il microclima, combattere l’inquinamento indoor e tutelare la salute.

Che si parli di nuova costruzione o di ristrutturazione, un elemento fondamentale è la giusta scelta degli intonaci. Un buon intonaco contrasta i problemi di umidità sui muri e la formazione di muffe e può quindi garantire la salubrità degli ambienti che si traduce in salute, comfort e benessere abitativo.

Come probabilmente saprete c’è una forte correlazione tra la presenza di muffe e il manifestarsi di diversi problemi di salute: l’Organizzazione Mondiale della Sanità e Direzione Generale della prevenzione sanitaria del Ministero della Salute hanno confermato che l’esposizione a pericolose muffe domestiche  si associa a problemi respiratori, asma, allergie cutanee, congiuntiviti, perdita di memoria.

Tipologie di intonaci

Negli ultimi 50 anni l’industrializzazione edilizia e la nascita di prodotti di facile impiego ha portato a sostituire negli intonaci il cemento alla calce, rendendo, di fatto,  i muri poco traspiranti con le conseguenze di cui sopra.

Tra gli intonaci classici ci sono quelli a base di gesso. Generalmente vengono utilizzati per gli ambienti interni e come sottofondo. Questo tipo d’intonaco rilascia umidità dell’aria in base alle necessità e interviene come correttore acustico. La composizione del gesso, la sua bassa densità e conducibilità, sono le caratteristiche che concorrono a renderlo un intonaco esemplare e utile per evitare ponti acustici.

Intonaci sani e naturali sono quelli costituiti da ingredienti come ad esempio l’argilla e la calce. Non sono tossici, sono a basso impatto ambientale, eco-compatibili, permeabili al vapore e possono essere esteticamente molto belli, oltre a  contribuire al miglioramento della qualità dell’aria interna

Gli intonaci realizzati con calce idraulica sono traspirabili e permettono la cattura dell’umidità dell’aria e la ridistribuzione di quest’ultima, diversamente dalle colle e dagli intonaci cementizi. La calce naturale ha infatti l’eccezionale capacità di assorbire l’umidità e le sostanze nocive presenti nell’aria.

Il cocciopesto, a base di grassello di calce e cocciopesto, formano un “sistema intonaco” in grado di proteggere e abbellire le murature. Non contiene materie dannose per la salute e l’ambiente ed è riciclabile come inerte a fine vita. E’ particolarmente indicato per il recupero e il restauro degli edifici dei centri storici che per le nuove soluzioni di architettura.

Gli intonaci di argilla oltre a consentire alla struttura dell’edificio di respirare e di resistere all’insorgere delle muffe, hanno una buona inerzia termica che aiuta a mantenere stabile la temperatura interna e hanno anche notevoli prestazioni di fonoassorbenza e isolamento acustico.

Possiedono la capacità di assorbire le tossine di altri materiali, gli odori, i gas, il fumo di sigaretta, diminuendo i livelli di inquinamento indoor.

L’argilla a contatto con l’acqua emette una carica negativa. Questi ioni negativi rilasciati nell’aria aiutano l’uomo ad assorbire ossigeno che aumenta così l’energia vitale. Questo aiuta anche a contrastare le cariche e gli ioni positivi che vengono emessi dall’elettronica di casa e da alcune plastiche che hanno un effetto dannoso sui nostri corpi. Questi intonaci hanno la capacità di “respirare”, infatti assorbendo l’umidità aiutano a controllare il clima interno e la qualità dell’aria di un edificio. Questo regola la temperatura e previene la crescita di muffe e batteri. 

Gli intonaci a base di argilla e calce possono effettivamente migliorare la nostra salute. Non sono assolutamente tossici, non contengono VOC (composti organici volatili), inoltre contrastano la formazione delle muffe.

Ai fini fiscali con il superbonus edilizia del 110% in fase di approvazione, se gli interventi di isolamento termico dell’edificio riguardino oltre il 25% dell’intonaco, i lavori possono godere degli incentivi per un massimo di 60mila euro per ogni unità immobiliare.

I vantaggi di un intonaco salubre

In conclusione, gli intonaci naturali offrono molti vantaggi sia all’interno che all’esterno di una struttura. Sono facili da lavorare, non tossici e rispettosi dell’ambiente. Possono aiutare a migliorare la salute della gente negli spazi interni regolando l’umidità e filtrando l’aria.

Gli intonaci salubri permettono di ottenere un isolamento termico e acustico, garantiscono un buon grado di umidità relativa e una conseguente qualità dell’aria interna, evitano il proliferare delle muffe, il degrado della struttura. Inoltre la spesa può rientrare negli incentivi fiscali se gli interventi partecipano al miglioramento energetico e fattore non meno importante tutelano la nostra salute.

Se sei interessato ad avere maggiori informazioni sulle nuove costruzioni o sulle  ristrutturazioni di Callegaro Costruzioni non esitare a contattarci. Un nostro consulente sarà a tua disposizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *